Capannoni mobili senza concessione edilizia

Capannoni mobili in PVC senza concessione edilizia

Quando è possibile realizzare capannoni mobili su ruote, coperture mobili motorizzate e capannoni in telo pvc: le normative e i permessi da richiedere.

capannoni mobili senza concessione edilizia

Quando si vogliono aumentare le aree coperte aziendali, i capannoni mobili senza concessione edilizia sono una delle alternative migliori. Questo non solo per la loro economicità e per la velocità nel realizzarli ma anche per la ridotta burocrazia dovuta alla normativa sui capannoni mobili telonati.

Per realizzare coperture mobili non sono sempre necessari permessi specifici; molte volte è possibile costruire prefabbricati senza concessione edilizia. Per fornire un prospetto completo e allo scopo di rispondere alle principali domande sui capannoni, vogliamo fare un po’ di chiarezza sui permessi necessari a costruire una copertura o un capannone in pvc

Richiedi preventivo
permessi capannoni senza concessione edilizia

Capannoni mobili in PVC e Tunnel retrattili: permessi, pratiche e autorizzazioni

Solitamente i permessi per capannoni mobili e tunnel retrattili sono estremamente limitati, permettendo così di realizzare una copertura in pvc motorizzata, un tunnel retrattile o un capannone su ruote in tempi brevi.

Questa è la posizione espressa in diverse pronunce giurisprudenziali, anche del Consiglio di Stato Vi sezione n. 306/2017; id: 1619 del 2016, ove si legge che

«una struttura in alluminio destinata ad ospitare tende retrattili in materiale plastico, non costituisce un intervento definibile come “nuova costruzione”, né come “ristrutturazione edilizia”, pertanto non si può definire attività soggetta al rilascio del permesso di costruire. Rientra, tra le attività di edilizia libera, così come definita dall’art. 6 del TU Edilizia.»

Come si legge, solitamente non c’è bisogno del permesso di costruire per i tunnel mobili in pvc, previo che la stessa venga smontata entro 90 giorni. Vediamo ora quali sono i permessi e le pratiche che solitamente vengono richiesti per realizzare un capannone mobile.

SCIA per capannoni mobili in pvc

La S.C.I.A. è letteralmente la Segnalazione Certificata di Inizio Attività. In altre parole, è una dichiarazione con effetti immediati (art. 19 della legge 241/90) che permette alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività senza dover attendere i controlli da parte degli enti. La S.C.I.A. è quindi una dichiarazione dell’imprenditore e sostituisce autorizzazioni, licenze o domande non sottoposte a valutazioni o al rispetto di norme di programmazione e pianificazione.

Il vantaggio principale della S.C.I.A. è quindi quello di poter dare subito inizio ai lavori di costruzione dei capannoni amovibili.

Se per qualche motivo la documentazione presentata per i capannoni mobili su ruote o capannoni in pvc per agricoltura da realizzare fosse insufficiente o irregolare, allora l’amministrazione invierà, entro 60 giorni dalla presentazione della S.C.I.A., una comunicazione nella quale potrebbe richiedere ulteriori documenti o precisazioni in merito ai lavori, ma non necessariamente bloccandoli.

Quando la SCIA non basta: la DIA per le coperture mobili telonate in pvc

In alcuni casi la S.C.I.A. non è sufficiente per la normativa sui capannoni mobili senza concessione edilizia. In questi casi si deve procedere a produrre una D.I.A..

prezzi dei capannoni in pvc rimangono comunque ridotti e i lavori possono iniziare in ogni caso in tempi brevissimi.

La D.I.A. o Denuncia di Inizio Attività Edilizia, va presentata allo sportello unico per l’edilizia del proprio comune e le tempistiche comportano un’attesa di 30 giorni per l’autorizzazione d’inizio lavori.

Ricordiamo però che la D.I.A., per la costruzione di un capannone senza concessione edilizia è necessaria solo in casi particolari: per esempio se vi sono vincoli paesaggistici o se le dimensioni/forma vengono modificate in modo significativo.

La relazione tecnica per i capannoni amovibili: cos’è e perchè è importante

Iniziamo col dire che la relazione tecnica è essenziale quando si vuole realizzare un capannone mobile in pvc. Questo documento, editato da un tecnico, descrive il tipo di lavoro che si andrà a svolgere per la realizzazione del capannone amovibile, specificando che il tutto sarà fatto a norma di legge e in sicurezza. Il tecnico in questione, ponendo la sua firma su tali documenti, si assumerà la responsabilità dell’opera, e in caso qualcosa andasse storto, sarà responsabile davanti alla legge.

Aggiornamento settembre 2019 – sentenza n. 38473/2019 corte di Cassazione

Come riportato dalle maggiori testate, la corte di Cassazione ha pubblicato in data 17 settembre 2019 la sentenza n. 38473/2019 nella quale viene dichiarato che:

Per quanto di specifico interesse in questa sede, il «glossario» prevede sì le «tensostrutture» come opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, ma in riferimento alla categoria di intervento di cui alla lett. e-bis) dell’art. 6 d.P.R. n. 380 del 2001, la quale, riformulata proprio dalla legge n. 222 del 2016, ha riguardo alle «opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni, previa comunicazione di avvio lavori all’amministrazione comunale». Sembra quindi corretto concludere che le «tensostrutture» sono opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, senza necessità del preventivo rilascio del permesso di costruire, solo quando sono funzionali a soddisfare esigenze contingenti e temporanee e destinate ad essere immediatamente rimosse entro un termine non superiore ai novanta giorni.

IMU sui capannoni mobili

Per quanto riguarda l’IMU sui capannoni mobili senza concessione edilizia, i proprietari sono comunque soggetti al pagamento in base alla categoria di appartenenza delle strutture.

Nella maggior parte dei casi le coperture industriali mobili rientrano nelle categorie C e D, ovvero quelle che comprendono usi commerciali o di deposito.

IMU sulle coperture telonate in PVC

Ecco i dati che servono per calcolare l’IMU sulle coperture telonate in pvc e sui capannoni mobili su ruote:

  • Rendita catastale (reperibile sulla visura o sul rogito)
  • A cui sommare il coefficiente di rivalutazione che è il 5%
  • Moltiplicare il risultato ottenuto per il coefficiente di rivalutazione
  • Sommarvi l’aliquota IMU del tuo comune, reperibile online, ad esempio sul sito del comune

Su questo sito puoi ottenere l’importo preciso dell’IMU inserendo tutti i parametri necessari al calcolo dell’IMU sui capannoni mobili. Davvero un’ottima risorsa per calcolare velocemente l’importo dell’IMU sul proprio capannone.

Prefabbricati industriali senza concessione edilizia

Coperture per capannoni senza concessione edilizia

coperture per capannoni mobili

I vantaggi di una struttura in pvc Civert

Andando un attimo oltre ai vantaggi dal lato burocratico/amministrativo, realizzare un capannone mobile senza concessione edilizia permette di godere di altri vantaggi:

  • Possibilità di personalizzazione sia dal punto di vista strutturale che estetico
  • Costi di realizzazione capannoni in telo estremamente contenuti
  • Tempi di installazione rapidi, tra i 30 e i 60 giorni per le coperture telonate
  • Ammortamento in soli 5 anni per i capannoni in pvc

Tra i vantaggi fiscali che maggiormente spinge le aziende a scegliere un capannone telonato invece che un capannone in muratura, vi è sicuramente il fatto che l’ammortamento dei capannoni industriali in pvc è di soli 5 anni.

Cosa puoi realizzare con un capannone mobile industriale:

  • Magazzini mobili
  • Aree di stoccaggio merci
  • Aree rimessaggio macchinari
  • Aree coperte per lavorazioni particolari 
  • Tettoie per capannoni

Grazie alle diverse configurazioni disponibili (tettoie pvctunnel retrattilicapannoni mobili indipedendenti) in differenti modelli, è possibile creare aree coperte per qualsiasi applicazione o esigenza aziendale di ampliamento spazi.

Prezzi tunnel Civert

Richiedi un preventivo per la tua copertura

Compila il modulo sottostante, risposta in 24 ore! 

Referente*

Azienda*

Email*

Telefono*

Provincia*

Scegli tra le soluzioni disponibili



Imposta dimensioni e specifiche del capannone

Larghezza

Lunghezza

Altezza

Parete anteriore

Parete posteriore

Note


Civert coperture mobili